curiosità, OT

Mangiare cactus: non c’è limite alla scemenza!

Uno YouTuber abbastanza demente, L.A. Beast, noto ai più per mangiare quantitativi matti di cose matte (ad esempio 36 uova con il guscio), ha deciso di portare avanti la tradizione di altri YouTuber, La Fénix e i Children of Poseidon, e mangiarsi non uno ma due cactus da appartamento!

Il risultato come potete immaginare è devastante: spine tra i denti, spine sul palato, spine sulla lingua e soprattutto, un sapore tremendo.

…come disse quello: “la madre degli idioti è sempre incinta”! 😐

OT, Riciclo creativo - Cactus diy

Ma che vasi del cactus!

Si avvicina il Natale e si è sempre a corto di idee per i regali…

Un’idea originale per un regalo o una soluzione fuori dall’ordinario per rallegrare la tavola.
Questi vasi-cactus Pot & Co. sono una nuova proposta di quest’anno: da soli o in gruppo ispirano simpatia, richiamando l’informalità e la freschezza della gioventù.

Vasi in ceramica a forma di cactus
Vasi in ceramica a forma di cactus

In quattro diverse forme, più grandi e più piccole, i vasi a forma di cactus si prestano a entrare in tutte le case, anche se, chiaramente, l’abbinamento più riuscito sarebbe con arredamenti moderni e padroni di casa con un minimo di spirito e sense of humor.

Un altro paio di aspetti interessanti di questi vasi: il prezzo contenuto, tra i 2o e i 40 euro, l’effetto molto bello che hanno una volta introdotto il colore e la loro capacità di rendere immediatamente questo risultato con pochissimi elementi. Cioè in altre parole: non costano tanto e poi basta pochissimo per “accenderli”, un fiore, due fiori e si ha già un ottimo effetto finale.

OT

Confettura di fichi d’india

Come realizzare la marmellata di fichi d’india

Oputia Ficus Indica
Oputia Ficus Indica… ovvero i Fichi d’india

La marmellata di fichi d’India rappresenta una conserva imperdibile del periodo.
La coltivazione del fico d’India è una delle più tipiche del meridione d’Italia, ecco perchè il frutto in questione viene diffusamente utilizzato in cucina nella realizzazione di preparazioni sfiziose, tra queste la marmellata.
Quest’ultima è ottima da consumare a colazione o come ripieno per farcire biscotti e crostate rendendoli unici nel loro genere.

Ingredienti

  • 1 kg di fichi d’India
  • 50 gr di cannella
  • 500 gr di zucchero
  • succo e scorza di un limone

Preparazione
Mettere i fichi d’india a bagno per un’ora in acqua fredda quindi, dopo avere indossato dei guanti, sbucciarli con attenzione. Tagliarli a cubetti e trasferirli in una pentola grande e unire un bicchiere di acqua.

Portare ad ebollizione fino a quando si otterrà un composto spappolato. Prelevarlo, passarlo al setaccio per eliminare i semini e rimettere sul fuoco.
Unire lo zucchero ed una volta ripreso il bollore anche il succo di limone e la cannella.
Fare cuocere per circa 40 minuti, quindi versare la confettura ottenuta nei vasetti sterilizzati, avvitare bene i tappi e fare raffreddare da capovolti per ottenere il sottovuoto.
Conservare in luogo fresco ed asciutto.

Buona colazione! 🙂

Fiere e mostre, OT

Impariamo a progettare un giardino low cost

Domenica 19 Aprile è in programma un corso a Castello Quistini per imparare a progettare il proprio giardino a basso consumo, con piante rustiche, insolite o dimenticate, e utilizzando materiali inusuali e oggetti riciclati.
Domenica 19 Aprile, dalle 14.30 alle 18.00, a Rovato in provincia di Brescia, nella splendida cornice di Castello Quistini e dei suoi giardini, si terrà uno speciale corso con Simone Montani di Matiteverdi (www.matiteverdi.it), per un’appassionante introduzione al mondo della progettazione del verde per apprendere la teoria e la tecnica per realizzare uno spazio verde in maniera originale e creativa, imparando a conoscere piante insolite o dimenticate, rustiche e a bassa manutenzione, e abbinando al giardino materiali “riciclati” e oggetti rivisitati nella loro funzione, in un connubio personalizzato, unico, contemporaneo e allo stesso tempo low cost, per una perfetta filosofia “green”.

Chi ha la fortuna di avere un giardino si sarà senz’altro accorto che per renderlo bello serve tanta passione, impegno e molte idee. Durante il breve ma intenso corso verranno illustrati nuovi e originali esempi di realizzazioni verdi con riferimenti botanici a specie insolite, quali “Chitalpa tashkentensis”, albero dalle dimensioni contenute le cui foglie lanceolate, raggruppate in mazzetti, conferiscono un aspetto decisamente esotico alla pianta, oppure “Pseudocydonia sinensis”, il falso melo cotogno cinese, molto rustico, dalla particolare corteccia colorata e dai profumatissimi frutti giallo-limone. Altri esempi di piante poco conosciute per il giardino che verranno presentate sono “Deschampsia cespitosa” e “Pennisetum macrourum”, erbacee perenni appartenenti alla famiglia delle graminacee, molto rustiche quanto poco utilizzate nel giardinaggio in Italia, il genere “Penstemon”, con la sua infinità di ibridi dalle coloratissime e lunghissime fioriture estive, e particolari varietà di bambù resistenti al freddo.

Il corso organizzato da Dimora Creativa di Andrea Mazza (www.dimoracreativa.it) è in programma Domenica 19 Aprile dalle 14.30 alle 18,00 e la quota di iscrizione è di 30,00 € e il numero di partecipanti è limitato. Per informazioni e iscrizioni al corso: www.matiteverdi.it/eventi.php oppure www.castelloquistini.com/corsi. Castello Quistini si trova in Via Sopramura 3/a a Rovato, in provincia di Brescia.

Chi è Simone Montani?
Simone Montani è un dottore agronomo libero professionista che si occupa di progettazione del paesaggio e spazi verdi, sia pubblici sia privati, dal grande parco estensivo, al piccolo giardino urbano, dall’aiuola stradale alla micro-terrazza cittadina, con il ruolo di responsabile di progetto e direttore dei lavori nelle fasi realizzative.

Cos’è Matiteverdi?
www.matiteverdi.it è un blog e studio di progettazione del verde che svolge anche attività di consulenza tecnico-agronomica, fitopatologica e botanica, di supporto in progetti esterni per svariate figure professionali, quali architetti, ingegneri, geometri e designers, per enti pubblici, aziende florovivaistiche e di giardinaggio, e per privati.