CactusFollia

…tutto sulla coltivazione delle piante grasse e succulente

Vivai del Valentino

1 Commento

Produzione piante grasse e mediterranee

Una vista del vivaio

Il vivaio raccontato da Giovanni Allibrio:

“Dopo il diploma di perito agrario ho impiantato nei terreni di famiglia alcune serre per la coltivazione di primizie di ortaggi, soprattutto pomodori e zucchine destinati al mercato primaverile e autunnale.
Con mia moglie Marina, che ha abbandonato gli studi universitari per affiancarmi e allevare i nostri tre figli, sognavano di coltivare piante ornamentali adatte al clima arido mediterraneo”.

E’ stato decisivo, nel 1989, l’incontro con Guglielmo Betto, grande esperto di flora esotica, per tanti anni prezioso collaboratore di ‘Gardenia’ e nostro conterraneo emigrato a Roma. Ci ha dato fiducia e, quell’estate, ha passato con noi molto tempo proponendoci di seminare piante rare e insolite di cui si era procurato i semi. Abbiamo cominciato così, tra una raccolta e l’altra di ortaggi e usando come seminiere le vaschette del gelato. Poi, mentre abbandonavamo gli ortaggi e costruivamo altre serre, abbiamo messo a dimora in piena terra le piante madri e intere collezioni diagavi, aloe, palme, arbusti e alberi esotici di cui sino ad allora non si conosceva la rusticità nel nostro clima. Saremo sempre riconoscenti a Guglielmo Betto; purtroppo è morto innanzi tempo e non ha potuto continuare a seguirci.

Oggi abbiamo 10.000 metri quadrati di serre non riscaldate, molte delle quali occupate da cactacee rustiche nei giardini del Sud e meravigliose sculture vive per le case dei climi meno caldi. La nostra specializzazione è coltivarle in piena terra al riparo per 8-10 anni o più, in modo che raggiunganograndi dimensioni e diventino robuste e resistenti.
Coltiviamo anche centinaia di specie e varietà delicate di piccole dimensioni per garden center e collezionisti. In prospettiva contiamo di riprendere la coltivazione a pieno ritmo delle piante esotiche rare che negli anni hanno confermato all’aperto la loro adattabilità.
In tanto aumentano le piante in osservazione e coltivazione, la nostra esperienza e i nostri rapporti con i collezionisti.

Continuiamo a essere una piccola realtà in una zona tanto bella e ricca di storia quanto fuori mano, ma non ci manca la voglia di lavorare e oggi proviamo l’orgoglio di essere sempre più vicini a quanto ci eravamo proposti”.

Come raggiungere il vivaio

 

One thought on “Vivai del Valentino

  1. L’ha ribloggato su CactusFolliae ha commentato:

    per chi non è andato alla Festa del Cactus a Bologna…

Dimmi la tua! ...lascia un commento! :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...